Micro Oiseau | free marketing and translation guides for micro entrepreneurs and startups

#7 Avere Successo: come collaborare

Collaborazione è, due o più persone che lavorano insieme verso un obiettivo condiviso. Quando collaboriamo, creiamo, miglioriamo e risolviamo i problemi e, il più delle volte, lo facciamo più velocemente e meglio di quanto faremmo da soli.

In questa guida analizziamo esempi di grande collaborazione, le lezioni che ne possiamo imparare ed enumeriamo i dieci migliori consigli su come collaborare con successo.

“Nessuno di noi è intelligente quanto tutti noi messi insieme” Kenneth Blanchard

Come collaborare | Micro Oiseau | guide di marketing gratuite

Prima di cominciare… Vale la pena notare che la collaborazione NON è la stessa cosa della cooperazione.

Collaborazione significa due o più persone che si sostengono a vicenda per raggiungere lo stesso obiettivo.

Cooperazione, d’altra parte, significa due o più persone che si sostengono a vicenda per raggiungere i loro obiettivi separati.

Un buon esempio di collaborazione potrebbe essere una band: un gruppo di persone che suonano diversi strumenti per produrre la stessa melodia. Tutti hanno competenze diverse ma l’obiettivo è unico, condiviso e armonioso.

La collaborazione è il segreto E la chiave di molti affari di successo e dell’innovazione che cambia il mondo.

La collaborazione è un modo di pensare

Analizziamo la collaborazione. Scopri i vantaggi che porta e come puoi collaborare per aumentare le tue possibilità di successo!

A volte la collaborazione può sembrare avvenga in maniera disinvolta A volte può essere frustrante A volte deludente, ma senza collaborazione non avremmo lo stile di vita, la cultura e la tecnologia di cui godiamo oggi.

Senza la collaborazione innumerevoli grandi idee e invenzioni non sarebbero decollate. Micro Oiseau è una collaborazione. Ci sono voluti i talenti di molte persone con un solo obiettivo affinché oggi, voi poteste leggere questo. Siamo qui per sostenere il vostro successo. E, leggendo e condividendo le nostre guide, siete una parte importante della nostra.

Gli umani sono concepiti per collaborare

La collaborazione richiede che le persone condividano ciò che sanno per creare qualcosa di più grande e migliore di quello che potrebbero realizzare da soli.

Per molte migliaia di anni gli esseri umani sono stati programmati per condividere le abilità per la sopravvivenza; per cacciare prede più grandi e costruire rifugi più forti per proteggere meglio i gruppi familiari.

Oggi, anche se non abbiamo bisogno di respingere una tigre dai denti a sciabola o di costruire le nostre case, non siamo diversi in quanto abbiamo tutti delle abilità che possiamo combinare con gli altri per raggiungere uno scopo comune. Quando facciamo questo, diventiamo più forti, più saggi e più resistenti.

Per collaborare al meglio dobbiamo essere aperti a nuove idee, nuove opportunità e modi di fare le cose. Dobbiamo essere in grado di CONDIVIDERE.

“Se volete andare in fretta, andate da soli. Se volete andare lontano, ANDATE INSIEME.” Proverbio africano

Quanto vuoi andare lontano?

Micro Oiseau bird | ottenere risultati dai social media
Micro Oiseau Traducteur

Sii aperto alle opportunità

“Seguire un piano fa bene al progresso. L’opportunità, tuttavia, di solito esiste fuori dal piano.” Simon Sinek

Avere una mentalità aperta e curiosa verso tutto e tutti significa che è molto più probabile individuare una grande opportunità. Spesso è anche vero che queste opportunità arrivano da luoghi inaspettati, compreso questo grande esempio di collaborazione di successo tra medicina e moda.

Il dottor Roger Kneebone (come il nome suggerisce!) è un medico e professore all’Imperial College di Londra. Il dottor Kneebone ha anche una reputazione per le collaborazioni insolite e creative per risolvere i problemi. Una di queste collaborazioni è stato il suo lavoro con il famoso sarto inglese Patrick Grant.

Il dottor Kneebone era preoccupato per i pazienti che stavano lottando con il recupero delle loro ferite chirurgiche. Queste ferite sarebbero potute guarite in maniera lenta e dolorosa. In particolare, il dottor Kneebone ha notato che molti problemi erano causati dalle cattive suture dei chirurghi. Era chiaro che i chirurghi erano così concentrati sulla procedura medica che la loro capacità di cucire ordinatamente, o bene, non veniva messa in discussione.

Il dottor Kneebone si è rivolto, allora, al sarto esperto Patrick Grant, che ha accettato di collaborare con un gruppo di chirurghi per sviluppare nuove tecniche di sutura. La collaborazione tra sarto e chirurgo ha portato a una sutura più veloce, più ordinata e migliore, con pazienti che si riprendevano più velocemente, che avevano bisogno di meno antidolorifici e con meno cicatrici.

Se potessi scegliere tra un chirurgo che capisce i benefici di una sutura ordinata e sa suturare, e uno che fa solo del suo meglio, quale sceglieresti?

Spesso è necessario guardare al di fuori della propria esperienza e competenza per migliorare qualcosa o risolvere un problema. Collaborazione creativa significa osservare e accogliere nuovi e a volte sorprendenti collaboratori.

Scopri di più sul professor Roger Kneebone e sulle sue illuminanti collaborazioni.

Una mente collaborativa è curiosa e democratica.
Chiediti: “Come possono le mie competenze condivise essere utilizzate per risolvere un problema?”

Avere Succeso: come collaborare | guide di marketing gratuite Micro Oiseau

Una buona collaborazione porta al miglioramento

Una grande collaborazione porta all’innovazione

“Vi metterò in tasca migliaia di canzoni.” Steve Jobs

Nuovi prodotti come il primo ipod, o nuove strutture commerciali come UBER, non solo migliorano il modo in cui facciamo le cose, ma lo cambiano per sempre.

Oggi, la pura complessità e il numero crescente di domande che hanno bisogno di risposte ci costringe a collaborare, specialmente nella scienza dove i progetti richiedono più conoscenze di quelle che un singolo individuo può possedere.

Il nostro primo esempio di collaborazione di grande successo sono i dodici stati membri fondatori e gli scienziati che hanno creato il CERN (Conseil European pour la Recherche Nuclear-Consiglio Europeo per la Ricerca Nucleare) una delle collaborazioni più lunghe e di maggior successo nella storia della scienza.

Condividendo idee, conoscenze e costi per decenni, oggi l’Europa domina ancora il campo della fisica delle particelle. E questo non è tutto quello di cui il CERN è stato responsabile… E il World Wide Web?

Mentre lavorava al CERN, l’informatico britannico Tim Berners-Lee nel 1989 ha avuto l’idea per aiutarlo a comunicare e collaborare in modo più efficiente con i colleghi. Avanti veloce fino ad oggi e Internet è alla base di gran parte della nostra vita domestica e lavorativa in tutto il mondo.

Stiamo anche usando la collaborazione passata e presente per aiutare a informare il nostro futuro.

Una ‘Mente Alveare’ descrive la collaborazione di massa di molte persone che lavorano insieme per risolvere o affrontare un problema.

Ogni giorno, negli ultimi 200 anni, i capitani di mare di tutto il mondo hanno registrato il tempo e la temperatura del mare nei loro diari di bordo. Questa vasta conoscenza non sfruttata è ora al centro di un massiccio sforzo di collaborazione da parte di scienziati supportati dal pubblico. I volontari stanno rintracciando i diari di bordo negli archivi, nelle biblioteche e nelle collezioni private per mettere insieme i dati del tempo e della temperatura del mare in un vasto database. Gli scienziati useranno poi il database per aiutare gli oceanografi di oggi a mappare e misurare i cambiamenti delle temperature del mare con il riscaldamento del clima.

Scopri di più sulla Mente Alveare che crea il database della temperatura del mare.

I Dieci Migliori Consigli su come collaborare bene

Ecco la nostra lista di controllo Micro Oiseau per essere sicuri che tutti vincano!

1. Collaborare è ciò di cui avete bisogno?
La collaborazione NON è un modo per ottenere ciò che si vuole in modo più economico e facile. Quindi, pensa al tuo obiettivo. Si potrebbe ottenere in un altro modo? Per esempio, facendo un corso, ottenendo un prestito, assumendo più personale o subappaltando il lavoro

2.Valutare il rischio rispetto alla ricompensa
La collaborazione porta rischi. Prenditi il tempo necessario per rivedere qualsiasi proposta di collaborazione e per valutare i rischi e le ricompense per tei e la tuaa azienda. Cosa potresti guadagnare e cosa potresti perdere? Importante, cosa sei disposto a perdere? Il tempo e lo sforzo valgono le ricompense cercate? Ti allontani o fai un “salto di fede”?

3. Trova i partner giusti
I collaboratori giusti non devono essere come te, ma devono rispettare le tue capacità e il tuo modo di lavorare. Molte collaborazioni non decollano a causa di aspettative, obiettivi, competenze e risorse non corrispondenti. Non ha senso collaborare con qualcuno che non porta competenze e risorse aggiuntive per completare le tue, o che semplicemente vuole approfittare di te. (Vedere punto 1)

4. Chi conosci già?
Le migliori collaborazioni avvengono spesso con persone che già si conoscono. Anche se il progetto ha bisogno di nuovi modi di pensare. Se hai bisogno di risorse o competenze diverse, i tuoi colleghi e le tue attuali connessioni potrebbero essere, o conoscere, le persone giuste.

Larry Page ha incontrato Sergey Brin all’Università di Stanford, quando Larry si è offerto di far visitare il campus a Sergey. I due giovani hanno scoperto di avere un interesse comune negli algoritmi di ricerca su internet. Si sono piaciuti e sono rimasti in contatto. Alcuni anni dopo Larry e Sergey si sono riuniti e hanno fondato una società che sarebbe diventata Google.
Nutrire le piccole idee e le prime amicizie. chissà dove ti possono portare.

5. Trovare un terreno comune
Necessità, opportunità e collaborazione possono creare il bello, il diverso e il buono!

Ben Cohen e Jerry Greenfield erano migliori amici d’infanzia e, dopo aver lasciato il college, vollero mettersi in affari insieme. Hanno deciso di aprire un negozio di bagel. Purtroppo, l’attrezzatura era troppo costosa, così, invece, hanno optato per fare il gelato. Fecero un corso per corrispondenza di 5 dollari per fare il gelato e nel 1978 affittarono una vecchia stazione di servizio ristrutturata. Poco dopo Ben and Jerry’s Homemade Ice Cream (i gelati artigianali di Ben e Jerry) ha aperto i battenti e, poiché Ben non aveva un buon senso del piccolo o del gusto, si sono concentrati su sapori intensi e pezzi grossi. Era una preferenza personale che sarebbe stata un successo per gli amanti del gelato di tutto il mondo!
Rimani fedele ai tuoi obiettivi e al modo in cui ti piace fare le cose. Ci sono altri là fuori che saranno d’accordo.